home libri di: NUOVO MONDO

Editori principali


Libri di NUOVO MONDO

TRACCE N.9 - OTTOBRE 2017
Editore:
Data di pubblicazione: Ottobre 2017
Codice: 9785212017091

Tracce N.9, Ottobre 2017
Una differenza radicale

10.10.2017
Stavolta si potrebbe leggere Tracce partendo da un box. Lo trovate a pagina 22, nel servizio sulla Catalogna alle prese con il caos post-referendum. Il voto è stato a ridosso della chiusura in tipografia, non sappiamo che piega avrà preso la situazione - evidentemente seria e grave - quando il giornale vi sarà arrivato. Ma in quel testo, e nell’articolo che lo accompagna, c’è qualcosa di prezioso. È il racconto di un’assemblea di studenti avvenuta subito prima dell’1 ottobre. Di una ragazza che si è ritrovata accolta e abbracciata fino alla radice di sé, molto al di là delle differenze di storia, pensieri e posizioni politiche. E di un’amicizia che va in direzione ostinata e contraria rispetto al clima di risentimento generale.

Un fatto. Minimo, a prima vista assolutamente insignificante nella mareggiata che sta scuotendo la Spagna e, con essa, l’Europa, dove la spinta verso il “tutti contro tutti” appare sempre più forte. Ma decisivo. Perché indica una strada. Porta in sé un seme da cui può nascere - o rinascere - tutto: delle persone vive. Ragazzi che «si fanno domande, si interessano a ciò che accade intorno a loro, entrano in rapporto con gli adulti per affrontare i loro problemi, le ferite e i desideri. Si aiutano e si correggono». E che per questo non restano intrappolati nello schema della contrapposizione, nel “da che parte stai”?

Persone vive. E fatti, cose che succedono dove e come non te le aspetteresti, perché la corrente va dall’altra parte. La stessa radice che trovate nel “Primo piano”, dedicato di nuovo al lavoro - anche se ce ne siamo occupati per esteso pochi mesi fa - perché è un’emergenza reale. O nella testimonianza da Dubai, sul mare di umanità generato da un bimbo vissuto solo poche ore. Oppure, ancora, in altre parti di questo Tracce. Non sono formule, non offrono soluzioni al problema della disoccupazione, della malattia, delle fatiche di ogni giorno. Ma segnano una differenza radicale, perché accadono. E mostrano che in quelle fatiche c’è altro. Non oltre la realtà, ma dentro.

Che cosa è questo “altro”? Che natura ha, cosa c’è alla sua origine? Da dove sorgono fatti e persone così? Occorre rendersene conto, per non smarrire sul nascere quella prospettiva diversa che abbiamo visto aprirsi, quella letizia che vediamo accadere anche dove sembrerebbe impossibile.

In fondo, è questo il tema della Pagina Uno, che riprende la Giornata d’inizio anno di CL. È un aiuto a ripercorrere la nostra storia, anche personale, e insieme il filo dei fatti che accadono ora. Va paragonata a fondo con i nostri desideri, le nostre aspettative, il nostro cuore, e con ciò che vediamo accadere. Perché abbiamo bisogno più che mai di sapere se è vera la promessa che Cristo ha portato nel mondo, e che Julián Carrón, citando don Giussani, a un certo punto ha riassunto così: «È nel rapporto con Lui che possiamo sperimentare il centuplo: “Cento volte l’umanità che avete addosso fiorirà, fiorirà cento volte più che negli altri, e non ci sarà niente che la scomporrà, che la conturberà fino a farle paura, non avrete paura di niente”, mentre tutto si scompone appena ci stacchiamo da Lui».

Prezzo
€ 4,00
In offerta a
3,40
Risparmi € 0,60
-15%




DISPONIBILE SUBITO
TRACCE N. 8 SETTEMBRE 2017
Editore:
Data di pubblicazione: Settembre 2017
Codice: 9785212017084

Aguzzare la vista
08.09.2017

C’è stato un momento dell’ultimo Meeting di Rimini che ha dato forma a tutto. E grazie a Dio, è arrivato subito, all’inizio. È stato il messaggio di papa Francesco, inviato da quello stesso cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, che poi sarebbe intervenuto nell’ultimo giorno della manifestazione. Lo pubblichiamo per intero, più avanti. E il motivo è semplice. Non è solo una chiave di lettura dei giorni riminesi. Indica un metodo che vale sempre, una bussola da tenere costantemente sott’occhio, se vogliamo evitare «la malattia che può colpire i battezzati» in ogni momento: «L’Alzheimer spirituale», ovvero la dimenticanza del nostro rapporto personale con Dio.

La paura, l’incertezza esistenziale che tante volte ci toglie il respiro e ci taglia le gambe, nasce da lì: «Se diventiamo smemorati del nostro incontro con il Signore, non siamo più sicuri di niente». E la salvezza passa da «una sola strada: attualizzare gli inizi, il “primo Amore”, che non è un discorso o un pensiero astratto, ma una Persona». Bisogna «tornare lì, a quel punto incandescente in cui la Grazia di Dio mi ha toccato».

Non è una questione di ricordi, un tuffo in un passato da recuperare. Ma qualcosa di presente, ora. «Incandescente», come un fuoco che brucia. Vivo, come l’Amore per una Persona che è qui. È questo amore, in fondo, il contributo vero che possiamo dare noi cristiani al mondo.

Al Meeting questo corpo a corpo tra passato e presente, tra il rischio di trasformare in cenere il patrimonio che riceviamo e la chance di viverlo ora, lo si è visto benissimo. Nei momenti salienti (l’intervento di monsignor Pierbattista Pizzaballa, le parole dello stesso Parolin, molti altri incontri), in tantissimi luoghi (si pensi alle mostre). Ma anche nel modo di affrontare certi temi (il lavoro, la geopolitica, la scienza) solo a prima vista più “marginali” rispetto alle parole del Papa.

Del resto, c’era un altro invito in quel messaggio, esplicito e rivolto proprio a chi il Meeting lo ha vissuto: «Aguzzare la vista per scorgere i tanti segni - più o meno espliciti - del bisogno di Dio come senso ultimo dell’esistenza, così da poter offrire alle persone una risposta viva alle grandi domande del cuore umano».

Ecco, il numero di Tracce che avete tra le mani tenta di fare questo. Rimettendo in fila alcune delle tantissime cose accadute nei giorni di Rimini, a cui dedichiamo il Primo Piano. Raccontando eventi come l’Assemblea internazionale dei responsabili di CL, appena tenuta a Corvara. Ma anche dando voce ad altri incontri in cui questo «bisogno di Dio», esplicito o meno, diventa il punto focale di un dialogo prezioso. Come nell’intervista a Pilar Rahola, la giornalista e scrittrice catalana, sulla necessità che i cristiani «escano dall’armadio» perché la società intera ne ha bisogno - anche chi, come lei, non crede. O nel racconto di Paul Mariani, poeta e critico americano, colpito dall’incontro con una realtà come CL. E in tanti altri fatti, piccoli e grandi, che troverete in queste pagine. Buona lettura. E buona ricerca.

Prezzo
4,00


DISPONIBILE SUBITO
TRACCE N.5 - 5/2017
Editore:
Data di pubblicazione: Agosto 2017
Codice: 9785212017053

EDITORIALE
Tracce N.5, Maggio 2017

L'orizzonte

Sarà in libreria a giorni, con un titolo curioso (Una strana compagnia) e un’intestazione che ne fa il primo volume di una collana dal nome altrettanto insolito: “Cristianesimo alla prova”. È la raccolta di lezioni e dialoghi tenuti da don Luigi Giussani agli Esercizi spirituali della Fraternità di Comunione e Liberazione, dal 1982 - l’anno del riconoscimento pontificio - all’84. Meditazioni, assemblee, omelie. Passi che raccontano in presa diretta l’inizio di una realtà che oggi coinvolge decine di migliaia di persone in tutto il mondo.

A prima vista, niente di più “interno”, rivolto soprattutto a chi vive l’esperienza di CL (tanto più che la Fraternità è il punto in cui questa esperienza si fa tendenzialmente più profonda, acquista in qualche modo una definitività: è «l’opera del movimento», diceva don Giussani). Ma basta scorrere poche pagine per capire che non è così. In gioco c’è una proposta che interpella tutti, perché intercetta qualcosa di profondamente umano.


Il cuore di quelle parole è la fede. Meglio, «l’incidenza della fede nella vita dell’uomo, la sua utilità per affrontare la quotidiana fatica del vivere», come scrive Julián Carrón, l’erede di don Giussani, nella prefazione. Il cristianesimo c’entra con le nostre esigenze reali? Messo “alla prova”, appunto, offre un contributo vero, efficace?

La Fraternità è una scommessa sul «sì», verificabile di continuo, passo per passo. Offre a tutti un’esperienza cristiana - un metodo: luogo e strada - come aiuto concreto alla vita. Qualcosa che permetta di affrontare con una umanità più piena il lavoro, i problemi dei figli o una situazione sociale tremenda, come vedete nelle storie che raccontiamo nel “Primo Piano”. E non in forza semplicemente di una solidarietà, di un “mettersi insieme” per darsi una mano (che pure è cosa rara e preziosa, soprattutto oggi), ma perché aiuta l’io.


Su questo, il libro è impressionante per la sua nettezza. Lo scopo della Fraternità di CL non è anzitutto costruire opere, organizzarsi socialmente, “fare”. È aiutare la persona a crescere nella fede. È generare soggetti maturi nella loro consapevolezza di essere - prima di qualsiasi altra cosa - rapporto con Dio. Perché è questo che cambia la vita. «Il Signore preme perché entri nel mondo, attraverso noi, una nuova personalità: si deve sfondare la porta. L’uomo che riconosce finalmente che la sua natura è di appartenere a un Altro è un uomo sempre positivo (...) perché è libero; è sempre comprensivo, abbraccia tutto, comprende tutto e, stavo per dire, sorride a tutto», scrive don Giussani. E quale compito è affidato a un simile uomo? «Investire il mondo, invadere il mondo, perché Cristo abbia la sua testimonianza: il mondo esiste infatti perché conosca Cristo!».

Ecco, l’orizzonte di questa “strana compagnia” è tutto qui. Esiste solo perché l’uomo sia se stesso: perché possa conoscere sempre più a fondo Cristo e, vivendo, Lo faccia conoscere ai suoi fratelli uomini. Educazione alla fede e testimonianza, insieme. Le due cose coincidono.


In questi giorni - come forse avrete già visto - ci sono anche grandi novità nel modo in cui CL si racconta a tutti. C’è un nuovo sito web (con un impatto anche sulla rivista, leggerete nelle prossime pagine), completamente ridisegnato per due motivi di fondo: accompagnare in maniera ancora più efficace il percorso educativo del movimento, e rendere ancora più accogliente l’invito a conoscerlo, a “venire a vedere” di che si tratta. È un «tentativo ironico», come lo avrebbe definito don Giussani: imperfetto, pieno di limiti... Ma, anche qui, lo scopo è quello: approfondire la bellezza della fede. E condividerla con tutti. Perché aiuti a vivere.

Prezzo
3,00


DISPONIBILE IN 10/12 GIORNI
TRACCE N.7 - 7-8/2017
Editore:
Data di pubblicazione: Luglio 2017
Codice: 9785212017077

A mano aperta
04.07.2017

Sono parole sempre nuove, anche se le abbiamo già sentite. Perché toccano un punto vivo, una provocazione che ci si para davanti quando si apre l’estate e le giornate si fanno un po’ meno fitte di impegni fissi, obblighi, lavoro. Arriva «il tempo della libertà», come diceva don Giussani già ai primi giessini. Ovvero, «il tempo più nobile dell’anno, perché è il momento in cui uno si impegna come vuole col valore che riconosce prevalente nella sua vita oppure non si impegna affatto con niente e allora, appunto, è sciocco», vuoto. «Quello che uno vuole lo si capisce da come utilizza il suo tempo libero».

Questi giorni, insomma, sono un test: fanno emergere quello che ci sta più a cuore. Lo abbiamo ricordato spesso, su Tracce. Ma nelle parole di don Giussani c’è anche di più. Se sono vere - e ognuno può giudicare quanto lo siano -, vuol dire che le settimane che ci aspettano sono pure un’occasione grande per capire di più che cosa è la libertà. Che dono prezioso, inestimabile, è questa capacità misteriosa che abbiamo di aderire al bene, di domandarlo, di essere disponibili a cercarlo anche nelle pieghe di una realtà che tante volte ci si presenta con dei tratti che non vorremmo (una fatica, un dolore, un desiderio non corrisposto), oppure di dire «no», di chiuderci.

La diamo per scontata, tante volte. Invece è capitale. Perché è questa linea sottile, quasi impercettibile, a disegnare il modo in cui affrontiamo le circostanze. A decidere come viviamo. In fondo, davanti ad ogni momento di ogni giornata, come ricordava di recente don Julián Carrón a un gruppo di responsabili di CL, «ci sono sempre in gioco due concezioni»: quella di chi «già sa», e ha in testa una misura sua, un’idea di come le cose dovrebbero essere (di solito, diverse da come sono...), oppure «il povero, come l’Innominato del Manzoni, talmente consapevole del suo bisogno che è tutto disponibile» davanti alle parole del Cardinale. Il primo, alla fine, «mette la speranza tutta nella sua performance; l’altro si trova ad aspettare tutto da Cristo».

Due atteggiamenti, due modi di vivere, istante per istante. Ma dipende da noi, sempre. Dalla nostra libertà. Possiamo stare «a mano aperta o a mano chiusa», come ha detto papa Francesco ai Cavalieri, i cinquemila ragazzini delle scuole medie, in un’udienza commovente (se ne parla più avanti nel giornale). Possiamo essere disponibili a imparare di nuovo quello che pensavamo già di sapere, e che invece non è più scontato - come vedremo al Meeting di Rimini di quest’anno, a cui è dedicato il Primo Piano -, oppure chiuderci in difesa davanti al «cambiamento d’epoca» e ritrovarci senza armi per affrontare le sfide di oggi: l’educazione, i giovani, il lavoro... Aperti o chiusi. Lo si vede dovunque, in questo numero.

Anche nelle ultime pagine, in quella lettura in cui Ignacio Carbajosa ripercorre il Libro di Giobbe. Un testo bellissimo e sorprendente, dal quale - tra tanti spunti di riflessione - si capisce come Dio affidi la risposta che nessuno può dare (alla domanda sul dolore innocente) proprio alla nostra libertà, al modo in cui stiamo davanti a Lui. Aperti o chiusi. Dipende da noi, ma cambia la vita.

Prezzo
4,00


DISPONIBILE SUBITO
TRACCE N.6 GIUGNO 2017
Editore:
Data di pubblicazione: Giugno 2017
Codice: 9785212017060

Prezzo
4,00


DISPONIBILE SUBITO
TRACCE N 4 APRILE 2017
Editore:
Data di pubblicazione: Aprile 2017
Codice: 9785212017046

IL PAPA A MILANO/1
I video della visita

IL PAPA A MILANO/2
Lettere e contributi

IL PAPA A MILANO/3
Le parole del Papa alle "case bianche"

IL PAPA A MILANO/4
Le parole del Papa ai sacerdoti

IL PAPA A MILANO/5
L'omelia durante la messa al Parco di Monza

IL PAPA A MILANO/6
Le parole ai ragazzi della Cresima

FINE VITA/1
Intervista a Giovanna De Ponti di "RaiNews24"

FINE VITA/2
Il libro di Giovanna de Ponti

FINE VITA/3
Alcune pagine dal libro di Stefano Borgonovo

BRASILE
Cronaca della Assemblea responsabili dell'America Latina

RUSSIA
Cronaca dell'Assemblea responsabili dei Paesi ex sovietici

GIOVENTÙ STUDENTESCA
Le schede di Scuola di comunità per i ragazzi delle superiori

KENT HARUF
Alcune pagine dal libro "Le nostre anime di notte"

ASSEMBLEA CDO
La strada dalla reazione alla relazione

COLLOQUI FIORENTINI
Un viaggio che è solo all'inizio

ROMANAE DISPUTATIONES
Il modo nuovo di fare cultura

FESTIVAL DELLA LINGUA ARABA
Lo sguardo degli altri

Prezzo
3,00


DISPONIBILE IN 10/12 GIORNI
TRACCE N.3 - 3/2017 C'E' VITA IN EUROPA?
Editore:
Data di pubblicazione: Marzo 2017
Codice: 9785212017039

EUROPA/1
«È possibile un nuovo inizio?», di Julián Carrón

EUROPA/2
Papa Francesco, discorso per il Premio Carlo Magno

EUROPA/3
Benedetto XVI, discorso al Parlamento tedesco

EUROPA/4
Giovanni Paolo II, esortazione apostolica Ecclesia in Europa

EUROPA/5
L’intervista integrale al priore di Taizé

IL PAPA A MILANO/1
«La speranza in un abbraccio», di Julián Carrón (dal Corriere)

IL PAPA A MILANO/2
Testimonianze dalla città che attende

DON GIUSSANI/1
La messa per il XII anniversario a Milano

DON GIUSSANI/2
Le messe in tutto il mondo

MEDIORIENTE
Il racconto della visita al monastero di 'Azeir, in Siria

BRASILE
Elen, nata e cresciuta in una favela, racconta il suo primo Rio Encontros

GIOVENTÙ STUDENTESCA
L'Assemblea responsabili di Milano e dintorni

MESSICO
Dopo le proteste contro Trump, il giudizio della comunità di CL

GERUSALEMME
Diario di viaggio della presidente del Meeting di Rimini

MANET
Alcune pagine di Michel Foucault

ROMA
La presentazione del libro di padre Lepori: Si vive solo per morire?

RIMINI
Una cena per aiutare gli amici terremotati

SIRIA
Il progetto "Ospedali aperti"

Prezzo
3,00


DISPONIBILE IN 10/12 GIORNI
TRACCE N. 2-2017  EMERGENZA LAVORO
Editore:
Data di pubblicazione: Febbraio 2017
Codice: 9785212017022


LAVORO/1
“Natale: motivo della vita come lavoro”, di don Giussani (Tracce, 1998)

LAVORO/2
“La voce unica dell’ideale”, di Julián Carrión (incontro con i maturandi, 2010)

BANCO FARMACEUTICO
Il sito e tutte le info sulla Giornata di Raccolta del Farmaco

NEW YORK ENCOUNTER/1
La cronaca e le video-interviste

NEW YORK ENCOUNTER/2
Il video della presentazione di Disarming Beauty, con Julián Carrón e Joseph H.H. Weiler

NEW YORK ENCOUNTER/3
Il messaggio di papa Francesco

NEW YORK ENCOUNTER/4
Altri contributi da tracesonline.org

DON GIUSSANI/1
L’intervista allo storico Roberto Pertici

DON GIUSSANI/2
L’elenco e i riferimenti delle messe in tutto il mondo per l’anniversario della morte

MOVIMENTO/1
Il libretto degli Esercizi spirituali degli universitari con don Julián Carrón

MOVIMENTO/2
La lettera dal Burundi di Maria Chiara, ostetrica

MOVIMENTO/3
A Londra, l’Assemblea responsabili di CL in Nord Europa

MOVIMENTO/4
L’incontro dei Cavalieri del Centro Italia

PADRE SCALFI/1
Il messaggio di Julián Carrón per la morte del fondatore di Russia Cristiana

PADRE SCALFI/2
Una testimonianza di Andreij Strotsev

PADRE SCALFI/3
L'intervento al Meeting di Rimini del 2003

ARVO PÄRT/1
Il trailer di un documentario biografico

ARVO PÄRT/2
Alcuni brani celebri

ANDY WARHOL/1
Fotogallery

ANDY WARHOL/2
Elogio di Andy Warhol

ABRUZZO
La tragedia nell'hotel di Rigopiano. «Chi o cosa può dare speranza?»

QUERCIA MILLENARIA
La storia di Sabrina Pietrangeli, guida della onlus che accompagna le coppie con gravidanze difficili

LUIGI TENCO
A 50 anni dalla morte del cantautore, restano le sue canzoni. E quella strofa dell’amico De André...

Prezzo
3,00


DISPONIBILE IN 10/12 GIORNI
TRACCE N.1 - 1/2017
Editore:
Data di pubblicazione: Gennaio 2017
Codice: 9785212017015

Rivista internazionale di Comunione e Liberazione.

LA STRADA DELLA CERTEZZA

Le domande. I dubbi. E l'attesa di incontrare qualcosa che risponda al desiderio di felicità. Viaggio nelle università di tutta Italia, per scoprire che cosa può dire la fede a un ventenne di oggi.

Prezzo
3,00


DISPONIBILE IN 10/12 GIORNI
TRACCE N. 11 DICEMBRE 2016
Editore:
Data di pubblicazione: Dicembre 2016
Codice: 9785212016117

Natale 2016: "Volle venire colui che si poteva accontentare di aiutarci" (San Bernardo di Chiaravalle).

Prezzo
3,00


DISPONIBILE IN 10/12 GIORNI
‹ Precedente 1 2 3 4 ... 9 Successiva ›

Libreria Coletti srl | P.IVA 03526471002 | Via della Conciliazione, 3a - 00193 - Roma | tel. 06.68.68.490
Visa   MasterCard   PostPay   PayPal